sabato 28 febbraio 2009

PRESENTATO PROGETTO DEL NUOVO LICEO



Presentato ieri sera al Forum il progetto del nuovo Liceo i cui lavori sono finalmente iniziati nei giorni scorsi. L'incontro, che per come era organizzato "puzzava" un po' di campagna elettorale, ha visto gli interventi del Presidente della Provincia, del Sindaco di Omegna, degli Assessori provinciali Desanti (Ambiente) Sgro (Lavori Pubblici) e Graziobelli (Istruzione).

Il progetto prevede un edificio di tre piani con trenta aule, laboratori, palestra ed auditorium. Il costo globale è sui 6,5 milioni di Euro finanziati dalla Provincia, dalla Fondazione Cariplo (1.1 milioni per l'auditorium) e dal Comune (0,5 milioni per l'acquisizione del terreno). Se non sorgeranno intoppi l'opera sarà disponibile dall'anno scolastico 2011/2012.

Quello che è emerso nel corso del dibattito seguito alle relazioni è soprattutto una grande sfiducia di un po' tutti (genitori, insegnanti, cittadini) dopo che l'opera è stata promessa cento volte. Nemmeno le ruspe al lavoro riescono a rompere la diffidenza e più di una volta abbiamo sentiro dire "speriamo che stavolta sia la volta buona". Questo porta alle gravi responsabilità dell'Amministrazione Comunale Omegnese nei ritardi per l'acquisizione dell'area, dovuti a scelte e modalità operative sbagliate. Ora è giusto mettere una pietra sopra al passato e condividere quest'opera voluta da tutta Omegna, ma almeno non dimentichiamo gli errori per non commeterne di uguali in situazioni analoghe.

venerdì 27 febbraio 2009

GIROLAGO: RAGGIO D'ARGENTO


DOMENICA 1 MARZO 2009 -IL RAGGIO D'ARGENTO
Dalla Val Corcera alla Val Guerra


Questa volta si parte da Crusinallo e, facendo un percorso ad anello , sempre a Crusinallo si rientrerà.

Ecco il programma:
Ore 8.30 ritrovo e accredito a Crusinallo in Piazza della Chiesa
Ore 9.00 partenza
Nel corso della mattinata si attraverserano le frazioni di San Fermo e Gattugno e, entrando nel comune di Casale, Montebuglio e Tanchello. Sosta pranzo a Casale Centro. Nel pomeriggio si raggiungerà Gravellona Toce passando per Cafferogno, Arzo e Ricciano. Quindi si procederà verso Granerolo.
Ore 17.00 circa arrivo a Crusinallo
Costo: € 5,00 cad gratuito per bambini e ragazzi.

mercoledì 25 febbraio 2009

BIBLIOTECA: COLPI DI LUCE


La Biblioteca Civica di Omegna ospita, fino a domenica 8 Marzo, con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Omegna, la mostra fotografica dal titolo “ Colpi di Luce “ dei fotografi professionisti Roberto Bianchetti e Giusy Latella.

...Il buio non ci fa vedere nulla, mentre la luce oltre farci vedere, dimensiona e da colore alle cose che ci circondano.La luce ci permette di fotografare, tanto è vero che la parola "fotografia"deriva dal greco "FOS GRAFEIN"che significa "scrivere con la luce”. Le nostre immagini fotografiche vogliono essere riprese di COLPI DI LUCE..."Colpi di luce" che spesso non vengono osservati, Attimi in cui la luce, che stai "assaporando”, sottolinea magicamente le forme della naturae delle cose davanti ai tuoi occhi. Brevi momenti che durano il tempo di...“un colpo di luce”. Buona visione!


Giusy Latella e Roberto Bianchetti

martedì 24 febbraio 2009

ROM A CIREGGIO

I FATTI
A Cireggio, in una abitazione comunale data in uso ad una persona disagiata segnalata e seguita dal Consorzio dei Servizi Sociali (CISS) sono comparsi negli ultimi giorni alcuni ROM (chi dice 6 chi addirittura 10). Queste persone dividerebbero l'alloggio con il legittimo assegnatario, apparentemente con il suo consenso.
LA PROTESTA
Gli abitanti di Cireggio, allarmati da queste nuove presenze, hanno chiesto l'allontanamento dei ROM, tanto più che occupano una casa di proprietà del Comune. L'Assessore Comazzi a quanto pare non ha dato risposte immediate e gli abitanti di Cireggio si sono rivolti alla Stampa.
LA SOLUZIONE (?)
Ancorchè la casa sia di proprietà del Comune, non si può buttare fuori persone che vi sono entrate, a quanto pare, invitate dal legittimo occupante. Benchè il regolamento comunale sulle case "popolari" impedisca di ospitare persone al di fuori del nucleo familiare, questo va acclarato da parte di un Giudice, condizione indispensabile per l'emissione di una ordinanza di sgombero. I ROM non sono nemmeno extracomunitari: se i documenti sono in regola e non vengono commessi reati i ROM hanno lo stesso diritto di stare ad Omegna degli Italiani. La casa in questione, che ha annosi problemi di manutenzione, verrà chiusa ed il legittimo proprietario verrò trasferito al piano di sotto, in una abitazione più piccola. Questo dovrebbe convincere i ROM ad allontanarsi di propria spontanea volontà.
ALCUNE RIFLESSIONI
Come dice il Presidente del Consiglio di Quartiere “Noi, i rom i non li vogliamo: non siamo razzisti, ma vogliamo evitare qualsiasi problema.". Il punto è che sulla carta siamo tutti tolleranti e comprensivi ma quando ci ritroviamo sotto casa il problema allora la prospettiva cambia. Vedere che persone senza lavoro (e senza nessuna intenzione di cercarne uno...) che vivono probabilmente di espedienti si piazzano in una casa del Comune.... fa un po' "arrabbiare". Ma le norme non mettono a disposizione i mezzi per difendersi da tali presenze sgradite. Le norme tutelano la libera circolazione e l'Amministrazione Comunale può fare poco.... E' giusto ?

lunedì 23 febbraio 2009

AVIS OMEGNA: UNA BELLA REALTA'



Aggiungi videoSi è recentemente svolta l'Assemblea annuale dell'Avis di Omegna, occasione di rinnovo degli organi sociali ma anche di bilancio dell'attività 2008. Con 1.400 soci e 2.271 donazioni l'Avis omegnese si è confermata una realtà in crescita, grazie all'impegno di tanti volontari. Vogliamo cogliere quest'occasione per invitare tutti i nostri lettori a visitare il sito dell'associazione http://www.avisomegna.it/ e prendere in seria considerazione l'idea di diventare donatori. Un piccolo gesto che può fare una grande differenza.

venerdì 20 febbraio 2009

CONVOCAZIONE CONSIGLIO COMUNALE

Ai sensi dell'art. 125, ultimo comma, della Legge Comunale e Provinciale T.U. 1915,

S I R E N D E N O T O
che Il Presidente del Consiglio Comunale, visto l'art. 39 del D.Lgs.18/08/2000 n. 267 e l'art. 21 dello Statuto del Comune di Omegna, convoca insessione straordinaria, seduta pubblica di prima convocazione, il ConsiglioComunale nella sala delle adunanze presso il "FORUM" - Parco Maulini, peril giorno Lunedì 02/03/2009 alle ore 20.45, per l'esame del seguente

ORDINE DEL GIORNO
1. Comunicazioni del Presidente del Consiglio Comunale.
2. Approvazione verbali seduta precedente (9.2.2009).
3. Nomina Difensore Civico per il triennio 2009/2011.
4. Sostituzione componenti Commissione Comunale Igienico Edilizia.
5. Approvazione Variante parziale n. 20 al PRGC vigente (DGR 6-2832/2001) ai sensi dell'art. 17 comma 7 della LR 56/77 e smei (Adottata con DCC 87 del29.11.2008).
6. Piano per l'Edilizia Economica e Popolare Strona di cui alla Schedad'Area n. 59 di PRGC". Individuazione dei soggetti attuatori edassegnazione in diritto di proprietà/superficie delle aree destinateall'edilizia residenziale pubblica agevolata sovvenzionata econvenzionata.
7. Convenzione tra il Comune di Omegna ed i Comuni di Gravellona Toce,Casale Corte Cerro, San Maurizio D'opaglio, Pieve Vergonte, Armeno,Pettenasco, Valstrona, Pella, Orta San Giulio,Miasino, Ameno, Nonio,Cesara,Madonna Del Sasso, Quarna Sotto, Quarna Sopra,Loreglia, Arola, Germagno,Massiola per l'utilizzo del Canile Sanitario e per il Servizio diAccalappiamento e Custodia cani presso l Canile Rifugio.
8. Approvazione Accordo di collaborazione per la progettazione e l'avviosperimentale dello Sportello Unico Telematico per le Attivita' Produttive.
9. Approvazione bozza di Convenzione tra il Comune di Omegna el'Associazione Culturale Teatro delle Selve per l'adesione al ProgettoResidenza Multidisciplinare "Sul Lago d'Orta. L'ecologia sottile delTeatro".
10. Rescissione dall'adesione all'Associazione Nazionale Città in Gioco(Gio.Na.).
11. Comunicazioni del Sindaco.
12. Interpellanze e Interrogazioni.

giovedì 19 febbraio 2009

INCONTRO AMMINISTRAZIONE COMUNALE - PUBBLICI ESERCENTI



Si è svolto Mercoledì 18 Febbraio un incontro voluto dal Sindaco tra l'Amministrazione Comunale (presenti anche gli Assessori Ecclesia, Strada e Garavaldi) ed i titolari dei pubblici esercizi omegnesi (presenti una quindicina di rappresentanti).
Il Sindaco ha promosso l'incontro per riallacciare un dialogo, per altro mai interrotto, con una categoria importante nel panorama lavorativo cittadino. E' stata l'occasione per richiamare lo spirito e la lettera del protocollo d'intesa sottoscritto da Amministrazione e Pubblici Esercizi nel 2007. Il Sindaco ha sensibilizzato gli esercenti in maniera particolare sulla pulizia nei pressi dei locali, sul corretto smaltimento dei rifiuti e sulla necessità di rispettare scrupolosamente il divieto di servire alcolici ai minorenni e alle persone in evidente stato di ebbrezza.
Da parte dei rappresentanti dei pubblici esercizi c'è stata una franca analisi della situazione di crisi e disagio (comune peraltro a moltissime aree della provincia) accentuata dalla restrizione dell'orario di apertura disposta nell'Ottobre 2006 dall'allora sindaco Buzio. In particolar modo si è evidenziato come si sia creato un fenomeno di "migrazione notturna" verso locali di Comuni limitrofi che consentono una chiusura più tarda, cosa che non giova certamente a nessuno ad Omegna. In tema di disturbo della quiete pubblica gli esercenti hanno evidenziato come i problemi causati da pochi si traducano in provvedimenti restrittivi per tutti e come sia mancato un efficace tentativo di incidere sul comportamento degli avventori oltre che su quello dei baristi. Quest'ultimo aspetto in particolre è stato sottolineato chiedendo al Sindaco di farsi portavoce nei confronti delle forze dell'ordine in servizio notturno della richiesta di maggiori interventi volti a sanzionare chi opera comportamenti fuori dalle norme. E' bene ricordare infatti che gridare alle 2 di notte si chiama disturbo della quiete pubblica (sanzionato dall'art. 659 del codice penale) e che anche altri comportamenti possono essere sanzionati (urinare in strada, sporcare, imbrattare...). Secondo molti esercenti la tolleranza zero e qualche multa nei confronti dei soliti pochi scalmanati potrebbe generare un circolo virtuoso cambiando effettivamente le maleducate abitudini notturne di molti.
L'incontro si è concluso con l'impegno di tutti a proseguire sulla strada tracciata durante l'incontro.

mercoledì 18 febbraio 2009

123° CARNEVALE OMEGNESE (19-24 FEBBRAIO)


Con la consegna ufficiale delle chiavi della città, giovedì 19 Febbraio prenderanno il via i festeggiamenti del Carnevale omegnese giunto alla sua 123esima edizione.

L’arrivo di Re Nigoglia e della consorte Regina Nigoglietta è atteso alle 11 sotto i portici del Municipio dove avverrà l’incontro con le autorità; seguirà un rinfresco offerto alla popolazione e alle scolaresche. Nel pomeriggio i Reali Nigoglia faranno visita alla Casa di Riposo Massimo Lagostina in attesa del gran ballo, della 28esima Ballata di Carnevale organizzata in collaborazione con l’Avis e che avrà inizio alle 21 al Circolo Ferraris.

Il programma del Carnevale a cura dell’Associazione Pro Loco con il patrocinio del Comune di Omegna, della Provincia del VCO e della Regione Piemonte proseguirà sabato 21 Febbraio con l’apertura alle 11 dello stand gastronomico in Largo Cobianchi e domenica 22 Febbraio con la tradizionale sfilata di carri allegorici alle 14 con partenza dal Piazzale della discoteca Kelly Green. Martedì 24 Febbraio, gran finale con danze, balli in maschera e tanto divertimento.

martedì 17 febbraio 2009

PROGETTO OMEGNA



Qualcuno ci ha riportato alla memoria i dieci punti salienti del nostro programma elettorale. Rileggendoli non possiamo che sottoscriverli nuovamente e cercare di realizzarli con rinnovato vigore, rendendoci conto che siamo ancora assai lontani dall'obiettivo.

In sintesi così è come vorremmo la nostra Omegna:
1. SICURA, grazie al comportamento educato delle persone e al controllo esercitato dalle forze dell'ordine e dalla polizia municipale anche nelle ore serali;

2. DECOROSA, perché pulita (sia nei vicoli interni del centro che nelle frazioni), ordinata (no al parcheggio selvaggio, no all'occupazione dei marciapiedi);

3. VIVACE, grazie a manifestazioni varie e proposte culturali e ricreative;

4. ATTRAENTE, curata nelle piccole cose come le aiuole, le fioriere, l'arredo urbano, il manto stradale, le rotonde;

5. FUNZIONALE, cioè facilmente accessibile ai turisti grazie alla corretta segnalazione di frazioni, servizi pubblici essenziali, siti da vedere, il lago, ecc.;

6. ILLUMINATA, una città "spenta" oltre a non corrispondere alle esigenze del turismo, è anche poco sicura;

7. TRANQUILLA, deve anche essere un luogo di quiete per chi sceglie il lago per riposare. Non deve essere la città degli eccessi ma la città della moderazione;

8. SENSIBILE, alle problematiche sociali, ai bisogni dei più deboli e impegnata per l'individuazione di soluzioni concrete a questi temi;

9. APERTA alle diversità, che non devono essere un limite ma una risorsa. Ciononostante Omegna mantiene le sue tradizioni culturali e religiose che contribuiscono a delinarne l'identità di "Capitale del Cusio".

10.COME LA DESIDERANO SUOI CITTADINI, i quali possono determinare davvero il cambiamento ed aiutarci a realizzare questo nutrito, convinto e realistico programma!

lunedì 16 febbraio 2009

TRANSENNATA L'AREA DEL CANTIERE PER IL POLO LICEALE



Come molti avranno notato è stata transennata l'area dove deve sorgere il nuovo liceo. I lavori inizieranno infatti tra pochissimo e dunque si sta preparando la zona. Un po' di sorpresa ha destato la contatazione che il nuovo liceo si "mangerà" gran parte del Parco, quasi tutta l'area verde. Le statue rodariane sono state rimosse e la recinzione rossa arriva quasi fino all'anfiteatro. Tra l'altro l'area a ridosso dell'anfiteatro è proprio quella dove sorgerà l'auditorium, alto tre piani. Il Parco rimarrà così assai ridotto e stretto tra l'auditorium e il cosiddetto colosseo (il condominio).

Diamo tutti il più caloroso benvenuto all'inizio dei lavori per il nuovo liceo, che la Città aspetta da tanti anni. E dobbiamo essere tutti più che felici del fatto che il nuovo liceo disporrà di un auditorium capiente. Certo che non possiamo non riflettere sul fatto che quando l'intera area si rese disponibile per la riqualificazione qualcuno fece un po' di confusione tra destinazione scolastica, residenziale e commerciale rinunciando a creare una zona dedicata ai giovani ed agli studenti con aree verdi idonee.

domenica 15 febbraio 2009

IN RICORDO DI MEGOLO

A 65 anni dall'Anniversario delle Battaglia di Megolo, si rinnova il ricordo dei caduti in nome dei valori di Libertà e Democrazia, fondamento della nostra Repubblica.
La Città di Omegna commemora gli uomini che seppero onorare i principi di dignità, libertà e democrazia fino all'estremo sacrificio.

CARLO ANTIBO
FILIPPO MARIA BELTRAMI
BASSANO BRESSANI
ALDO CARLETTI
GIANNI CITTERIO
ANGELO CLAVENA
BORTOLO CREOLA
ANTONIO DI DIO
EMILIO GORLA
PAOLO MARINO
GASPARE PAJETTA
ELIO TONINELLI

Programma di Domenica 15 Febbraio 2009

Ore 9.00 Omegna - Messa nella Chiesa Parrocchiale.
Ore 10.00 Partenza corteo da Piazza Beltrami con omaggio floreale ai Monumenti
Ore 11.00 Cinema Teatro Sociale - Orazione ufficiale tenuta dal Sen. Avv. RAIMONDO RICCI Vice presidente vicario dell'ANPI Nazionale
Ore 15.00 Appuntamento a Megolo

sabato 14 febbraio 2009

OMEGNA SU RAI 1

video
Il giorno 5 Febbraio nella trasmissione di RAI 1 "Festa Italiana" che va in onda ogni pomeriggio dalle 14.30 all 16.15 è stato trasmesso un bel servizio su Omegna. Il servizio di Camilla Nata era stato realizzato in occasione della premiazione del concorso comuni fioriti tenutasi ad Omegna il 9 Novembre 2007.

giovedì 12 febbraio 2009

M'ILLUMINO DI MENO 2009 - OMEGNA ADERISCE



Per il quinto anno consecutivo Caterpillar lancia per il 13 febbraio 2009 M’illumino di meno, la grande giornata di mobilitazione internazionale in nome del risparmio energetico.

Dopo il successo delle passate edizioni, i conduttori Cirri e Solibello chiederanno nuovamente agli ascoltatori di dimostrare che esiste un enorme, gratuito e sotto utilizzato giacimento di energia pulita: il risparmio. L’invito rivolto a tutti è quello di spegnere luci e dispositivi elettrici non indispensabili il 13 febbraio 2009 dalle ore 18.

Nelle precedenti edizioni M’illumino di meno ha contagiato milioni di persone impegnate in un’allegra e coinvolgente gara etica di buone pratiche ambientali. Semplici cittadini, scuole, aziende, musei, gruppi multinazionali, società sportive, istituzioni, associazioni di volontariato, università, commercianti e artigiani hanno aderito, ciascuno a proprio modo, alla Giornata del Risparmio.
La campagna di M’illumino di meno 2009, che ha ottenuto il patrocinio del Parlamento europeo per il secondo anno consecutivo, inizia il 12 gennaio e si protrarrà fino al 13 febbraio, dando voce al racconto delle idee più interessanti e innovative, in Italia e all’estero, per razionalizzare i consumi d’energia e di risorse, dai piccoli gesti quotidiani agli accorgimenti tecnici che ognuno può declinare a proprio modo per tagliare gli sprechi.
Sul sito è possibile aderire all’iniziativa, precisando quali iniziative concrete si metteranno in atto nel corso della giornata, in modo che le idee più interessanti e innovative servano da esempio e possano essere riprodotte. Nella sezione INNO si può scaricare il brano di Frankie HI NRG MC, colonna sonora ufficiale di M’illumino di meno, e reinterpretarlo a piacimento inviandoci il risultato delle vostre rielaborazioni.
La redazione di Caterpillar
millumino@rai.it www.caterpillar.rai.it

martedì 10 febbraio 2009

GIORNO DEL RICORDO


[tratto di Wikipedia] Il Giorno del ricordo in Italia si celebra il 10 febbraio, in memoria delle vittime delle foibe e del genocidio anti-italiano commesso dagli jugoslavi e dell'esodo giuliano-dalmata.


Istituito con la legge n. 92 del 30 marzo 2004, concede anche un riconoscimento ai congiunti degli infoibati. Nel testo di legge si leggono le motivazioni:


« La Repubblica riconosce il 10 febbraio quale "Giorno del ricordo" al fine di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell'esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale. Nella giornata [...] sono previste iniziative per diffondere la conoscenza dei tragici eventi presso i giovani delle scuole di ogni ordine e grado. È altresì favorita, da parte di istituzioni ed enti, la realizzazione di studi, convegni, incontri e dibattiti in modo da conservare la memoria di quelle vicende. Tali iniziative sono, inoltre, volte a valorizzare il patrimonio culturale, storico, letterario e artistico degli italiani dell'Istria, di Fiume e delle coste dalmate, in particolare ponendo in rilievo il contributo degli stessi, negli anni trascorsi e negli anni presenti, allo sviluppo sociale e culturale del territorio della costa nord-orientale adriatica ed altresì a preservare le tradizioni delle comunità istriano-dalmate residenti nel territorio nazionale e all'estero. »
(legge 30 marzo 2004 n. 92)


Con il termine "foibe" si intendono le uccisioni di migliaia di cittadini italiani compiute per motivi etnici-politici alla fine (e durante) la seconda guerra mondiale in Venezia Giulia e Dalmazia, per lo più compiuti dall'Armata Popolare di Liberazione della Jugoslavia. In misura minore e con diverse motivazioni furono coinvolti nei massacri anche cittadini italiani di nazionalità slovena e croata, oltre che alcuni cittadini di nazionalità tedesca e ungherese residenti a Fiume.
Il nome deriva dagli inghiottitoi di natura carsica dove furono rivenuti i cadaveri di centinaia di vittime e che localmente sono chiamati "foibe". Per estensione i termini "foibe" e il neologismo "infoibare" sono in seguito diventati sinonimi degli eccidi, che furono in realtà perpetrati con diverse modalità.

Oggi alle ore 18.30 Omegna ricorda la tragedia delle Foibe con una Messa in Collegiata Sant'Ambrogio.

lunedì 9 febbraio 2009

NUOVA SEDE CENTRO PER L'IMPIEGO



A partire da oggi, 9 Febbraio, gli uffici del Centro per l'Impiego di Omegna cambianmo sede. I problemi causati dallo stato di fatiscenza degli attuali uffici erano noti da tempo e, in attesa della realizzazione della nuova sede, il Comune di Omegna, in accordo con la Provincia del VCO, si è attivato per trovare una soluzione soddisfacente se pur temporanea che scongiurasse il trasferimento in altro Comune del Centro.

Da oggi dunque gli uffici del Centro saranno operativi al numero 9 di Piazza Nobili de Toma. Gli orari resteranno gli stessi come il recapito telefonico. Nella vecchia sede di via IV Novembre 106 invece, sarà allestito un punto accoglienza che dirigerà verso la nuova ubicazione gli utenti che dovessero erroneamente presentarsi.

Orari di apertura al pubblico:
lunedì e giovedì 9,00-12,30 - 14,30-16,30
martedì, mercoledì e venerdì 9,00-12,30
Numero di telefono per le informazioni: 0323-61527

sabato 7 febbraio 2009

SOLUZIONI ALLA CRISI


Per il 2008 i dati sul turismo nel Distretto Turistico dei Laghi parlano di un calo intorno al 12% per quanto riguarda le presenze ed ancora maggiore per quanto riguarda il fatturato. Il 2009 si preannuncia non difficile... difficilissimo. Assessorati Regionale e Provinciale al Turismo stanno tagliando il superfluo e concentrandosi su iniziative forti, con l'intento di incidere sul mercato massimizzando le risorse a disposizione. I Comni si trovano a dover tagliare le spese per le manifestazioni. Nessuno ha una ricetta sicura per uscire dalla crisi in tempi brevi, tutti concordano però che la situazione richiede interventi straordinari.

Il Presidente del Consorzio Cusio Turismo ha invitato sul Lago d'Orta, per la seconda volta, la veggente di Medjugorie, Mirjana Dragicevic Soldo, per ricevere nel Santuario di Madonna del Sasso il messaggio che la Vergine Maria le comunica ogni secondo giorno del mese. La Madonna è apparsa a Mirjana come previsto e le ha comunicato un messaggio di amore e di speranza. Il Presidente ha ascoltato con grande attenzione.

giovedì 5 febbraio 2009

LIBRERIA UBIK, SIN BAR E AMENO BLUES


sabato 7 febbraio alle ore 21.00

SHINE A LIGHT
SCORSESE E I ROLLING STONES !!!

Si tratta di un volume edito da Feltrinelli Real Cinema, contenente un dvd con il film girato da Martin Scorsese sui Mick Jagger e soci, accompagnato dal libro a cura di Mauro Zambellini 'Il tempo è dalla nostra parte - 45 anni con i Rolling Stones'.

Introdurrà l'incontro Roberto Neri. Zambellini insieme a Denti (entrambi redattori del Buscadero) ci racconteranno degli Stones!

martedì 3 febbraio 2009

UNICO POLO SCOLASTICO AD OMEGNA ?


Il Collegio dei Docenti dell'IPIA (Istituto Professionale di Stato perl'Industria e l'Artigianato) Carlo Alberto Dalla Chiesa di Omegna, riunitosiin data 20/01/2009 ha approvato con votazione unanime l'ordine del giorno"PROPOSTA DI COSTITUZIONE DI UN UNICO POLO D'ISTRUZIONE SUPERIORE IN OMEGNA"nel testo allegato al presente messaggio. Il medesimo o.d.g. e' stato subito dopo approvato, nel medesimo testo, anche dal Consiglio d'Istituto delle medesima scuola.


PREMESSO CHE


- A Omegna esistono tre istituti statali di istruzione superiore, più precisamente il Piero Gobetti, con i corsi di liceo scientifico e di liceo artistico, l’Istituto Tecnico Commerciale, con i corsi per ragionieri e per periti aziendali corrispondenti in lingue estere (PACLE) e l’istituto professionale Carlo Alberto Dalla Chiesa, con i corsi per tecnici delle industrie elettriche, meccaniche e dell’abbigliamento e moda. E’ poi in fase di costituzione un centro permanente per l’istruzione degli adulti.
- I recenti provvedimenti governativi in tema di istruzione hanno riportato alla ribalta lo spinoso problema del sottodimensionamento di alcune delle scuole superiori cittadine.
- Le normative vigenti prevedono che le istituzioni scolastiche possano godere di autonomia amministrativa – cioè avere una propria presidenza, una segreteria e, soprattutto un bilancio autonomi - soltanto se contano almeno 500 allievi iscritti (600 in una precedente versione legislativa), numero che viene ridotto a 300, con deroga temporanea, nelle zone di montagna come la nostra.
- A Omegna sia il Dalla Chiesa che l’ITC PACLE non soddisfano tali condizioni, ormai da alcuni anni.
- L’amministrazione provinciale, competente in materia su delega della regione Piemonte, è recentemente intervenuta in situazioni simili accorpando alcune scuole. E’ dell’anno scorso l’operazione che ha riunito in un’unica istituzione gli istituti Marconi e Galletti a Domodossola; poco prima si era proceduto in modo analogo a Verbania con il Ferrini e il Franzosini. Precedentemente erano stati formati vari istituti comprensivi riunendo scuole di ordine diverso. Significativo a tale proposito è il caso dell’Innocenzo IX di Crodo, che accorpa tutte le scuole delle valle Antigorio, dalle materne alle superiori. In questo modo è stato possibile mantenere, e in alcuni casi ampliare, l’offerta formativa e il servizio agli utenti.


RICORDATO CHE


· Il tema del sottodimensionamento dei due istituti omegnesi è stato richiamato nel corso della conferenza tenutasi a Baveno lo scorso 20 ottobre 2008 alla presenza dei dirigenti scolastici e dei sindaci dell’intera provincia. In particolare è stato ricordato in quell’occasione che le due scuole non potranno rimanere ancora a lungo in tale situazione, quindi il loro accorpamento ad altri istituti è solo questione di tempo.
· Il liceo Gobetti, con poco più di 300 iscritti, si potrà ritenere salvo solo fin tanto che vigerà il regime di deroga.
· In una fase successiva l’amministrazione provinciale ha deliberato il rinvio di ogni decisione in merito ai dimensionamenti al prossimo anno scolastico.
· Corre voce che dirigenti scolastici di istituti siti a Verbania e Domodossola stiano esercitando pressioni affinché le scuole omegnesi vengano accorpate alle loro sulla base – si suppone – di una corrispondenza negli attuali indirizzi di studi.


CONSIDERATO CHE


· Far dipendere gli istituti di Omegna da scuole di altre città comporterebbe forti disagi per l’utenza e probabili problemi per l’erogazione del servizio in quanto in altre città sarebbero situati gli uffici direzionali e di segreteria, ai quali docenti, studenti e famiglie devono continuamente far capo per l’organizzazione del lavoro e per lo svolgimento di ogni tipo di pratica.
· Viene da chiedersi quale attenzione, in termini di assegnazione delle risorse e di ‘presenza’ della dirigenza, possa venire dedicata a delle sedi che diverrebbero di fatto succursali – e per certi versi concorrenti – di quelle principali.


IL COLLEGIO DEI DOCENTI DELL’IPIA C.A. DALLA CHIESA DI OMEGNA


Al fine di mantenere e possibilmente ampliare nel territorio del Cusio l’offerta formativa superiore diretta alla propria popolazione.


PROPONE


Che tutti gli istituti omegnesi – liceo, istituto commerciale e istituto professionale, nonché il costituendo centro territoriale per la formazione degli adulti – vengano riuniti in un’unica scuola, con la forma di Istituto di Istruzione Superiore (IIS) con le seguenti motivazioni
· Verrebbe creata una struttura con più di 600 allievi, un’unica presidenza e un‘unica segreteria, soddisfacendo così le indicazioni ministeriali, anche nell’eventuale caso di soppressione della vigente deroga per i territori montani.
· Una scuola di questo tipo, non più vincolata ad uno specifico settore formativo, potrebbe mantenere tutti i corsi esistenti ed eventualmente crearne di nuovi, in linea con le richieste del mercato del lavoro e, ancora una volta, con le indicazioni nazionali.
· L’istituto sarebbe dislocato sulle sedi esistenti e nel nuovo edificio liceale – tutti situati a poche decine di metri di distanza l’uno dall’altro, in una ideale ‘cittadella degli studi’ che comprenderebbe anche il centro di formazione professionale, la biblioteca civica e il Forum – e usufruirebbe dei servizi già esistenti (palestre, mensa, auditorium e quant’altro).
· Gli uffici unificati di presidenza e segreteria che, nella situazione sopra illustrata, potrebbero stare indifferentemente in uno qualunque degli edifici, liberando così locali negli altri.
· Anche l’impiego delle risorse – umane e materiali – ne trarrebbe sicuro giovamento, permettendo un più semplice ed elastico scambio di insegnanti e personale non docente e la messa a disposizione di tutti i corsi dei laboratori, biblioteche, attrezzature, materiali attualmente dispersi e in genere insufficienti.
· Almeno una delle scuole omegnesi è accreditata al sistema regionale per la formazione professionale, cosa che la mette in grado di erogare servizi di formazione anche diversi da quelli previsti dallo stato. Una possibilità sin ora poco sfruttata, ma che giocata su un sistema più ampio permetterebbe di fare della città un polo culturale ad ampio spettro, attirando probabilmente utenti anche dai territori circostanti.


RESPINGE


L’ipotesi di ‘verticalizzazione’, cioè la creazione di più istituti comprensivi, che riuniscano scuole materne, elementari, medie e superiori in quanto di tale soluzione - adottata per la valle Antigorio, scelta obbligata in quel caso, non essendovi altre possibilità - è facile scorgere i difetti intrinseci e la mancanza di razionalità, anche tenuto conto di come le direzioni didattiche e le scuole medie del Cusio, ove non già verticalizzate, abbiano i numeri per continuare a costituire entità autonome e che sarebbe quindi assurdo smembrarle per formare altre ‘cose’.


CHIEDE


Alla provincia del Verbano Cusio Ossola, delegata a decidere in merito, di aprire da subito un tavolo di discussione con tutte le componenti del territorio e di predisporsi a scelte che del territorio, delle sue vocazioni e delle sue esigenze tengano conto.


DA MANDATO


Al Dirigente Scolastico e al Consiglio d’Istituto affinché provvedano a trasmettere il presente atto ai competenti organi provinciali, regionali e centrali, nonché a darne diffusione attraverso gli organi d’informazione.

ORARI NAVIGAZIONE LAGO ORTA




E' stato pubblicato il nuovo sito internet della navigazione Lago d'Orta con gli orari per la stagione 2009.

L'indirizzo è http://www.navigazionelagodorta.it/ e il sito è gradevole e soprattutto utile visto che gli anni scorsi pareva quasi impossibile trovare gli orari dei battelli sul web....

Noi lo abbiamo anche aggiunto tra i links del nostro blog.

lunedì 2 febbraio 2009

CONSIGLIO COMUNALE LUNEDI' 9 FEBBRAIO


Ai sensi dell'art. 125, ultimo comma, della Legge Comunale e ProvincialeT.U. 1915,

S I R E N D E N O T O

che Il Presidente del Consiglio Comunale, visto l’art. 39 del D.Lgs.18/08/2000 n. 267 e l’art. 21 dello Statuto del Comune di Omegna, convoca insessione straordinaria, seduta pubblica di prima convocazione, il ConsiglioComunale nella sala delle adunanze presso il "FORUM" - Parco Maulini, peril giorno Lunedì 09/02/2009 alle ore 20.45, per l'esame del seguente

ORDINE DEL GIORNO

1. Comunicazioni del Presidente del Consiglio Comunale.
2. Approvazione verbali sedute precedenti (29.11.2008 e 19.12.2008).
3. Nomina Componenti della Commissione Locale per il Paesaggio (L.R.32/2008).
4. Approvazione convenzione tra il comune di Omegna e l'Associazione Amici del cane per la gestione del canile comunale dal 01/01/2009 al 31/12/2011.
5. Risoluzione consensuale anticipata convenzione "Alto Cusio" per ilServizio Associato di Polizia Municipale con il Comune di Armeno a far datadal 1 marzo 2009.
6. Approvazione del Regolamento per il funzionamento e la disciplina dellaCommissione Comunale di Vigilanza sui Locali di Pubblico Spettacolo.
7. Prelevamento dal Fondo di Riserva Ordinario di cui alla deliberazione diGiunta Comunale n. 153 del 17.12.2008. Comunicazione al Consiglio Comunale ai sensi dell'art. 166, 2° comma, del D.Lgs. 267/2000.
8. Approvazione convenzione urbanistica per la realizzazione di un insediamento residenziale in via Varallo (proprietà Rege Cambrin).
9. Comunicazioni del Sindaco.
10. Interpellanze e Interrogazioni.